Banca CR Firenze ed Ente CRF presentano il volume “La Basilica della SS.Annunziata. Dal ducento al cinquecento”

RINASCE LA STORICA COLLANA EDITORIALE DEDICATA ALLE CHIESE DI FIRENZE

Firenze, 19 dicembre 2013 – Un simbolo per la città, un monumento che testimonia la ricchezza inesauribile del patrimonio artistico fiorentino: questa è Santissima Annunziata, celebrata nel volume “La Basilica della Santissima Annunziata” che, grazie alla collaborazione di Banca CR Firenze ed Ente Cassa di Risparmio di Firenze, riallaccia i fili della collana dedicata alle Chiese storiche di Firenze che si erano interrotti nel 1996.

Specialisti e non ricordano quell’opera editoriale come una delle più rappresentative dell’arte e della storia fiorentina, proprio per la durata ultradecennale, la ricchezza fotografica, l’approccio critico e storico-artistico dei saggi presenti nei volumi. Per oltre un decennio, a partire dal 1983, l’allora Cassa di Risparmio di Firenze aveva infatti promosso la pubblicazione della collana, il cui primo volume fu dedicato a La Sacrestia delle Messe del Duomo di Firenze, cui sono seguiti La Chiesa dei Santi Michele e Gaetano e, di anno in anno, Santa Felicita, Santa Trinita, San Miniato al Monte, San Marco, Santa Maria del Carmine, Pantheon di Santa Croce, Santa Maria del Fiore, chiesa e convento di Santo Spirito.

All’interruzione è corrisposto un periodo di nuovi stimoli editoriali sostenuti dalla Banca e dall’Ente, ma è sempre rimasta l’idea che la serie dedicata alle chiese dovesse proseguire, anche con formule nuove ma rispondenti al desiderio di documentare il patrimonio degli edifici religiosi di Firenze, che costituiscono capolavori assoluti e testimonianza storica. Basti pensare che la serie ad oggi edita non contempla, tra l’altro, Santa Maria Novella, Santa Croce, Ognissanti, San Lorenzo, Orsanmichele.

Il volume è stato presentato ieri pomeriggio nella sede dell’Istituto Geografico Militare dai presidenti di Ente Cassa di Risparmio di Firenze Giampiero Maracchi e di Banca CR Firenze Giuseppe Morbidelli, del professor Carlo Sisi, consigliere di Ente CrFirenze, di Cristina Acidini, Soprintendente al Polo Museale di Firenze, da Vincenzo Farinella, Professore Associato presso il Dipartimento di civiltà e forme del sapere dell’Università di Pisa.

E’ dalla storia e dai tesori del convento e della basilica della Santissima Annunziata che Ente Cassa di Risparmio di Firenze e Banca CR Firenze hanno deciso di ripartire, con un’opera che descrive i primi tre secoli di vita, dal Duecento al Cinquecento (i secoli successivi verranno illustrati nel volume del prossimo anno). Il fascino e l’importanza storico-culturale del complesso e il significato religioso che la basilica incarna per ogni fiorentino si accompagnano alla magnificenza del genio di Michelozzo e Leon Battista Alberti, alla straordinaria presenza di opere di Bernardo Rossellino, Andrea del Castagno, Alesso Baldovinetti, Giuliano e Antonio da Sangallo, Perugino, Filippino Lippi, Fra Bartolomeo, Franciabigio, Andrea Del Sarto, Rosso Fiorentino, Jacopo da Pontormo, Bronzino, Vasari, Giambologna, Alessandro Allori, Santi di Tito, Domenico Cresti detto il Passignano, Cristoforo Allori, ed a sepolcri illustri come quelli di Baccio Bandinelli, Francesco da Sangallo, Benvenuto Cellini, e dello stesso Pontormo.

“Salutiamo con grande piacere – ha sottolineato il presidente di Ente Cassa di Risparmio di Firenze Giampiero Maracchi – l’opportunità che si è venuta a creare per una collaborazione congiunta con Banca CR Firenze su un tema di grande interesse che trova adesso un suo specifico sbocco editoriale. Ciò sottolinea come, pur con ruoli diversi, l’Istituto di Credito e l’Ente abbiamo la stessa comune attenzione alle testimonianze più alte della storia, artistica e spirituale, del territorio di riferimento”.

“Non posso non sottolineare la soddisfazione e l’orgoglio di Banca CR Firenze nel presentare al pubblico uno studio illuminante quanto dettagliato di un complesso caro a tutti i fiorentini’’, ha commentato Giuseppe Morbidelli, presidente di Banca CR Firenze. ‘’Questo volume – ha aggiunto – conferma la continuità dell’impegno della Banca verso lo studio delle eccellenze artistiche di Firenze e della Toscana, di quel patrimonio che costituisce tuttora la ricchezza principale di cui disponiamo, e non solo sotto il profilo morale ed ideale. Un impegno, infine, che manifesta la nostra costante e perdurante attenzione verso il territorio in tutte le attività ed i servizi prestati dalla Banca, e che costituisce valore fondante oltre che obiettivo primario di Banca CR Firenze”.

L’opera, edita da Edifir e affidata al coordinamento scientifico di Carlo Sisi, presenta saggi di Fra’ Gabriele Alessandrini, Roberto Baglioni, Paolo Bertoncini Sabatini, Enrica Castellucci, Sonia Chiodo, Andrea De Marchi, Carlo Falciani, Aldo Galli, Dora Liscia Bemporad, Gabriele Morolli, Antonio Natali, Claudio Pizzorusso e Brunella Teodori.