Cardinale Coccopalmerio: ‘’il diritto è in crisi, deve essere evangelizzato’’

Conferenza del Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi

”Il diritto è in crisi perchè si è perso il riferimento alla persona; per questo ritengo che debba essere evangelizzato non solo con la predicazione della fede cristiana, ma anche riguadagnando la ragione in questo campo”. Lo ha detto il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, intervenendo oggi a Firenze al terzo incontro di un ciclo di conferenze, promosso dal Presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze professor Giampiero Maracchi con lo scopo di aiutare una comune riflessione socio-economica ed etica sul particolare momento che stiamo vivendo.

Il cardinale, intervenuto sul tema ‘Crisi globale e valori morali’, ha aggiunto che ”il legislatore dovrebbe infatti emanare le sue leggi tenendo conto della persona e delle sue esigenze inderogabili e non dipendenti dalla sua opzione; invece si sente sganciato da ciò e procede per conto proprio”. Ha quindi espresso il suo vivo apprezzamento per questa iniziativa in quanto, ha precisato, ‘’è davvero importante che un istituto di origine bancaria tanto autorevole abbia voluto promuovere momenti di riflessione di così alto livello. Se infatti il mondo economico fosse più sensibile ai principi della solidarietà e al magistero della chiesa contribuirebbe davvero al miglioramento del bene pubblico’’.

‘’Con questi appuntamenti – ha detto Maracchi nel salutare i presenti e, in particolare, il Cardinale Arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori – inaugurati col Direttore Generale della Banca d’Italia Salvatore Rossi e proseguiti col Direttore Generale Affari Economici e Finanziari della Commissione Europea Marco Buti, non solo vogliamo essere aiutati a comprendere meglio la complessità del momento ma riteniamo di poter rispondere con maggiore efficacia alle nuove esigenze che ci vengono prospettate dal territorio. Ecco perché ci rivolgiamo a personalità che uniscono un’alta responsabilità in istituzioni fondamentali della nostra Repubblica e internazionali ad una sensibilità culturale che va oltre la specializzazione tecnica’’.

Il Cardinale Francesco Coccopalmerio è nato il 6 marzo 1938 a San Giuliano Milanese, è stato ordinato sacerdote il 28 giugno 1962 ed ha conseguito il dottorato in diritto canonico nel 1968 presso Pontificia Università Gregoriana. Si è laureato in giurisprudenza nel 1976 all’Università Cattolica di Milano. Dal 1980 ha ricoperto l’incarico di avvocato generale della curia milanese di cui è stato nominato pro-vicario generale nel 1985; l’8 aprile 1993 è stato nominato vescovo ausiliare di Milano e, dal 1999, è stato presidente del consiglio per gli affari giuridicidella Conferenza Episcopale Italiana. Nel 2007 è stato nominato presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi e membro di alcuni Dicasteri vaticani; dal 2008 è consulente centrale dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani. Dal 1981 è professore invitato nella facoltà di diritto canonico della Gregoriana. È co-fondatore della rivista Quaderni di Diritto Ecclesiale e autore di numerose pubblicazioni scientifiche.