In un click le ‘chiavi’ del Museo di Palazzo Martelli

Tour virtuale realizzato col contributo di Ente CR Firenze

 è stato presentato questa mattina nell’Auditorium dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, “Le chiavi del palazzo in un click”, il tour virtuale alla scoperta del Museo di Casa Martelli. “L’arte è patrimonio di tutti”, e da questo assunto nasce il progetto di realizzare un tour virtuale che permetta di condurre i cittadini di tutto il mondo nei segreti del Museo di Casa Martelli, utilizzando tecnologie all’avanguardia. Ideato dalla Direttrice del Museo, Monica Bietti, insieme a Daniela Cini, Francesca Fiorelli Malesci e Francesca Merz, e condotto in collaborazione con l’ex-Soprintendenza per il Polo Museale Fiorentino, l’Associazione Amici dei Musei di Palazzo Davanzati e Casa Martelli, l’Associazione culturale fund4art e con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze, il progetto porta in un’idea non nuova, una tecnologia assolutamente innovativa che permette una lettura ottimale degli ambienti e di tutti i particolari degli arredi e delle opere ivi contenuti. La visita potrà essere effettuata con tutti i dispositivi informatici anche portatili e smartphone.

Grazie  al tour virtuale ( www.polomuseale.firenze.it/martellitour/tour.html. ), cittadini di tutto il mondo potranno “visitare” uno dei musei più interessanti, ma anche meno conosciuti di Firenze, il Museo di Casa Martelli, sito in Via Zannetti 8, a pochi passi dal Duomo. Così dall’apertura al pubblico nel 2009 di una dimora storica della nobile famiglia fiorentina si giunge oggi alla visita virtuale che permetterà di non avere confini e limiti di tempo. “Questo progetto è davvero un viaggio affascinante – osserva il professor Carlo Sisi, consigliere dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze – in uno scrigno tra i meno conosciuti di Firenze che può ora essere scoperto, ammirato e visitato grazie alle più sofisticate tecnologie. Siamo certi che Casa Martelli sarà una sorpresa anche per i tanti fiorentini innamorati della loro città e abbiamo sostenuto volentieri il progetto proprio per favorire la conoscenza di questo patrimonio di straordinaria bellezza”.

Anche Cristina Acidini, già Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, ha espresso il suo apprezzamento: “Lo strumento creato e proposto è perfetto per una dimora storica come Palazzo Martelli, ricca di collezioni, ma sostanzialmente a misura d’uomo: dunque, pienamente fruibile con un tour virtuale che lascia appagati, ma al tempo stesso invoglia a provare direttamente l’esperienza della visita”.

Realizzato da Simone Lampredi e Leonardo Perugini, a differenza di molti prodotti precedenti, il tour virtuale non solo garantisce l’alta risoluzione delle immagini di ambienti, affreschi, opere e oggetti, così realistica e ravvicinata come mai si potrebbe altrimenti ottenere, ma consente anche di approfondire i contenuti della storia del Museo e di alcuni tra i capolavori conservati al suo interno. è inoltre un prodotto studiato e strutturato per essere arricchito e ampliato, e dunque una piattaforma tutt’altro che definitiva, ma anzi punto di partenza per fornire del Museo informazioni, curiosità, contenuti, senza che essi interferiscano con la piacevolezza della visita virtuale.

L’idea non è quella di una multimedialità che si sostituisca alla realtà e alla conoscenza diretta dell’opera, bensì il tentativo di utilizzare i più moderni strumenti della tecnologia come tramite e veicolo per la conoscenza, e per invogliare all’approfondimento. Una nuova straordinaria porta aperta sul museo, con testi in italiano e in inglese, e un prodotto capace di raggiungere un’utenza internazionale e variegata.