Confronto a Firenze: Europa ininfluente sullo scenario politico mondiale; il suo ruolo va rielaborato

L’Europa sembra non esistere sullo scenario politico mondiale e il suo ruolo deve essere rielaborato. Se questa testi, del presidente e animatore dell’associazione Colloqui di Toscana Lapo Mazzei, si è dipanato il confronto-dibattito ‘Prospettive e problemi dell’Europa’ promosso assieme all’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

‘’E’ necessaria una profonda revisione – ha aggiunto Mazzei – e se non avverrà, è molto probabile che ne vedremo il disfacimento. Per questo ritengo che la sovranità degli Stati debba essere assolutamente difesa e sostenuta, perché le tradizioni dei singoli popoli sono la ricchezza dell’Europa’’. L’attualità del tema è stata evidenziata dal professore Giampiero Maracchi, presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che ha sottolineato la vicinanza della Fondazione con l’associazione, che non è un movimento con aspirazioni politiche e che è nata per iniziativa di un gruppo di amici che hanno l’unico desiderio di stimolare un confronto libero e sereno sul difficile momento in atto.

Tanti e autorevoli i relatori che sono intervenuti all’Auditorium dell’Ente Cassa di Risparmio, moderati dall’ambasciatore Luigi Vittorio Ferraris (Presidente del Cisci):

Francesco Carlucci (Ordinario di Econometria alla Facoltà di Economia Dipartimento di Economia e Diritto); Giuseppe De Rita (Presidente Fondazione Censis); Domenico Fisichella (già Vice Presidente del Senato e Ministro per i Beni Culturali); Giuseppe Guarino (professore emerito Università di Roma ‘La Sapienza’, socio dell’Accademia del Lincei di Roma); Maria Grazia Melchionni (Direttore della Rivista di Studi Politici Internazionali); Marco Ricceri (Segreterio Generale Eurispes); Paolo Savona (Presidente Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi).