Cortometraggio realizzato nell’ambito del progetto Cento Itinerari più Uno vince il primo premio al Festival Nazionale del Cinema Sociale

corto_centopiuno

Il cortometraggio ‘Essere Cyprian’, realizzato dagli allievi del Liceo Scientifico G. Galilei di Poppi, ha vinto il primo premio della sezione giovani al 5° Festival Italiano del Cinema Sociale, che si è appena concluso ad Arezzo, promosso dalla delegazione cittadina del Cesvot.

E’ stato prodotto nell’ambito della settima edizione del progetto Cento Itinerari più Uno, promosso dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, e racconta l’amicizia tra Cyprian, un ragazzo rumeno che da qualche anno si è trasferito a Poppi con sua madre in cerca di lavoro e di una vita migliore, e Lisa è una liceale di buona famiglia che fatica ad emanciparsi dai pregiudizi. Il loro rapporto si costruisce nel tempo non senza le difficoltà dovute alla diffidenza nei confronti dello ‘straniero’.

Al cortometraggio, della durata di circa 10 minuti, ha lavorato un gruppo di ragazzi delle classi 3/a, 4/a e 5/a, coordinati dai docenti Maria Giannini e Alessandro Ristori, che durante tutto l’anno scolastico sono stati aiutati, nella varie fasi della realizzazione, da un gruppo di giovani professionisti.

Dallo sviluppo dell’idea alla stesura della sceneggiatura, dalle riprese al montaggio, il percorso didattico ha permesso così di sperimentare le diverse tecniche cinematografiche, ma soprattutto di cimentarsi in una esperienza che ha coinvolto anche le famiglie e le amministrazioni comunali.

La tematica di alto valore sociale, assai sentita dai giovani del Casentino, è quella dell’integrazione degli immigrati che abitano nei piccoli centri del territorio, che è stata declinata dai ragazzi attraverso il racconto della nascita di un’amicizia che riesce a superare gli ostacoli del pregiudizio.

Il progetto Cento Itinerari più Uno, curato da Chiara Mannoni e Silvia Zonnedda, ha coinvolto, nei mesi scorsi, un migliaio di studenti delle scuole del territorio e i loro cortometraggi e documentari, assieme a quelli girati da professionisti, sono stati proiettati nel corso della mostra ’I segreti del Casentino’ allestita al Castello di Poppi e visitata da oltre 32.000 persone. Tutti i filmati sono poi stati raccolti in un DVD donato, in circa 700 copie, alle scuole del territorio, ai Comuni, alla Provincia di Arezzo e alla Regione Toscana (partner del progetto).