Decima edizione di “Un anno ad arte 2015”

Ente Cassa e Polo museale di Firenze per la decima edizione del ciclo di mostre ‘Un anno ad arte 2015’

Decima edizione di Un anno ad arte 2015, il ciclo di mostre promosse nel corso del prossimo anno dal Polo museale fiorentino col contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Tra i temi trattati il Francescanesimo dall’Oriente alla Cina, i pittori minori tra Rinascimento e Barocco, i 150 anni da Firenze capitale dell’Italia unita. La rassegna è stata presentata ai media dalla sovrintendente Cristina Acidini, ultima uscita pubblica prima di concludere il suo mandato e dal Vice Presidente dell’Ente Cassa Pierluigi Rossi Ferrini.

Tra gli altri eventi in programma una mostra al Museo nazionale del Bargello dedicata alla civiltà medioevale che vede riunite attorno al tema del viaggio nel reale e nel fantastico oggetti d’uso e testimonianze artistiche. Ancora dall’epoca medievale prende le mosse la prima mostra della Galleria dell’Accademia, incentrata sull’origine di uno dei più grandi fenomeni religiosi e culturali della storia d’Occidente e del mondo, il Francescanesimo, con il suo immenso portato d’arte e di culto, rapidamente diffuso in Oriente fino alla Cina. Tra il Rinascimento e il Barocco si collocano ben quattro mostre monografiche all’Accademia e agli Uffizi: ognuna sarà dedicata alla presentazione di un pittore poco noto al grande pubblico.

Dunque sfileranno nell’arco dell’anno Piero di Cosimo, Carlo Portelli, Gherardo delle Notti, Carlo Dolci. Ad una pietra preziosa, il lapislazzulo, è dedicata una mostra al Museo degli argenti in Palazzo Pitti mentre la Galleria d’arte moderna, sempre a Pitti, celebrerà la ricorrenza dei 150 anni da Firenze capitale dell’Italia unita con una mostra dedicata in particolare alle opere d’arte e agli arredi acquisiti da Re Vittorio Emanuele II per la sontuosa e labirintica reggia fiorentina di Palazzo Pitti, nel periodo della sua permanenza in città.