Domenica 26 maggio: porte aperte in 62 ville e giardini privati della Toscana

Sensibilizzare istituzioni e pubblico sull’importanza di preservare un patrimonio unico al mondo. E’ lo scopo della 18/a edizione di ‘Toscana Esclusiva’, l’evento organizzato domenica 26 maggio dalla Sezione Toscana dell’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI), nel contesto della giornata nazionale, col sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e dell’Agenzia Generale di Empoli Ina Assitalia e in collaborazione con Florence Biennale-Biennale internazionale d’Arte Contemporanea. La manifestazione si svolge col Patrocinio di Regione Toscana, Provincie di Firenze, Lucca, Pisa, Siena, Comuni di Firenze, Lucca, San Giuliano Terme, Siena e vede, quest’anno, aperti gratuitamente oltre 60 tra giardini e parchi monumentali, splendide ville e antichi cortili. In particolare 33 sono i cortili e giardini da visitare a Firenze, 7 nell’area di Fiesole, 5 a Lucca, 9 in provincia di Pisa e 8 tra le colline senesi. In totale uno spettacolare itinerario botanico-architettonico, che ognuno potrà visitare liberamente dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Molti i ‘mai visti’, tante le curiosità, stupendi gli scenari.

La manifestazione è stata presentata stamani alla stampa, nella sede dell’Ente Cassa, a testimonianza della lunga collaborazione tra le due istituzioni per sostenere un patrimonio che è una grande ricchezza e risorsa per tutta la comunità della regione. ‘’Intendiamo produrre assieme – ha annunciato il presidente dell’Ente Cassa Giampiero Maracchi – una guida agile e di facile consultazione per far conoscere queste splendide dimore ad un turismo di qualità, oggi quantomai necessario’’. ‘’Lo scopo – ha sottolineato il Direttore generale dell’Ente Cassa Renato Gordini – non è solo valorizzare questi beni che il mondo ci invidia, ma collocarli in quel giusto contesto enogastronomico e di artigianato artistico, nel quale sono nati molti secoli fa, e cercando così di mantenere risorse e capitali nel nostro territorio’’.

‘’La Toscana – ha spiegato il presidente della Sezione regionale Niccolò Rosselli Del Turco – è la roccaforte dell’associazione avendo 900 soci sui 4.000 totali e per questa giornata può avvalersi di varie collaborazioni: gruppo giovanile e delegazioni locali di ADSI, Scuola di Musica di Fiesole, associazione culturale Città Nascosta, intervenuta col presidente Marcella Cangioli. Ad essi si aggiunge l’esercito dei volontari (circa 150) chiamati a presidiare i luoghi e ad assistere i visitatori e ai quali va la nostra gratitudine: Amici dei Musei Fiorentini, Amici della Terra, Angeli del Bello e Associazione Nazionale Carabinieri Sezione di Firenze’’. ‘’Non è un caso – ha aggiunto – se questa giornata si svolge lo stesso giorno in tutta Italia; ha infatti lo scopo di sensibilizzare istituzioni e pubblico sull’impegno, i sacrifici e l’amore con cui i proprietari di Dimore Storiche custodiscono beni culturali così importanti per il nostro paese senza costo per la collettività. Sono beni sparsi su tutto il territorio nazionale, che costituiscono, anche da un punto di vista economico, una risorsa unica per la nostra Italia e che, se ben valorizzati, possono dare sensibili contributi alla ripresa. Basti pensare all’indotto turistico che sono in grado di creare”.

Scendendo nell’illustrazione del programma l’addetto stampa della Scuola di Musica di Fiesole Ruggero Crescioli ha spiegato che l’Orchestra dei ragazzi della Scuola eseguirà 5 concerti nei cortili di Firenze: chitarra alle 11 (palazzo Budini Gattai); viola, violini e violoncello alle 12 (palazzo Ximenes Panciatichi); arpa alle 16 (palazzo Gondi); viola, violoncelli e 13 violini alle 17 (Chiostro di San Pancrazio); 26 violini e 9 violoncelli alle 18 (palazzo Corsini). E, per la prima volta, in collaborazione con Florence Biennale, ha spiegato il Direttore artistico Rolando Bellini, giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Brera (Milano) collocheranno loro installazioni in ambienti fiorentini: Beatrice Vecchio (la sua è intitolata ‘Papaveri & Terribili’) nel Chiostro di San Pancrazio, Erica Tamborini (‘Sintesi puntiforme di un accadimento psicoestetico’) nel cortile Rosselli Del Turco, Diego Pasqualin (‘Il tuo dir e ’l tacer di par m’alletta’) nel cortile Grifoni Budini Gattai, Elena Pinardi Feletti (‘Thank you Chauvet’) nel cortile Bartolini Salimbeni, Laura Verardi (‘Romantica Emozione’) nel cortile Antinori Corsini.

Per il programma completo: www.adsitoscana.it ; www.italiamultimedia.com/cortiliaperti