Ente CR Firenze finanzia la borsa di studio per il perfezionamento di alcuni addetti

Trasferito in via Ginori il ristorante ‘La Prova del Nove’ dell’Istituto Saffi

I locali de La Ménagére, lo storico negozio di casalinghi di via Ginori chiuso circa dieci anni fa, ospitano ora il ristorante “La Prova del Nove” creato dall’Istituto “Saffi”, trasferitosi in questo ampio spazio dopo quasi due anni di vita in via dei Conti. Grazie all’accordo con l’imprenditore Massimo Manfredi, “La Prova del Nove” convive ora con un bar-bistrot, una sala per la musica dal vivo, un negozio di fiori e uno di casalinghi, erede della famosa bottega di un tempo. Insieme ai padroni di casa, il preside Vagnoli e l’imprenditore Massimo Manfredi, hanno partecipato all’inaugurazione il sottosegretario all’istruzione Gabriele Toccafondi e la vicesindaca Cristina Giachi, che hanno sottolineato l’importanza dell’iniziativa del “Saffi” anche come esempio per tutte le scuole alberghiere.

Com’è noto il personale del ristorante è costituito da ex studenti del “Saffi”,  alcuni con un’esperienza già pluriennale; altri – neodiplomati – fruiscono di una borsa di studio annuale per perfezionarsi, della quale si è fatto carico l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze che ha sostenuto il progetto, come ha sottolineato il Dirigente scolastico durante la presentazione alla stampa del nuovo locale.  Durante l’anno scolastico, sotto la guida di questi ex allievi, fanno due settimane di stage gli studenti delle quarte e delle quinte classi, impegnati in un’esperienza che li mette a diretto contatto con la realtà lavorativa. “La Prova del Nove” vuole quindi essere anche un luogo di apprendimento sul campo e quindi non ha scopo di lucro. L’intento è quello di formare operatori di alto livello, che possano inserirsi nel mondo del lavoro, anche diventando essi stessi imprenditori, e contribuire a valorizzare l’arte dell’accoglienza e della cucina toscana e italiana.