Giampiero Maracchi nuovo Presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze

maracchi_presIl professor Maracchi sarà presente, assieme al Presidente Jacopo Mazzei, alla conferenza stampa convocata per oggi pomeriggio alle 17 nella sede dell’Ente Cassa.

Giampiero Maracchi, 69 anni, fiorentino, professore ordinario di Climatologia presso l’Università degli Studi di Firenze, è il nuovo presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze di cui è stato fino ad oggi Vicepresidente. E’ stato eletto stamani, per acclamazione, dal Consiglio di amministrazione presieduto da Jacopo Mazzei e formato da Donatella Carmi, Marco Carrai, Luca Giannozzi, Franco Lucchesi, Raffaello Napoleone, Giuseppe Rogantini Picco, Pierluigi Rossi Ferrini, Franco Scaramuzzi, Carlo Sisi, Duccio Traina. Succede a Jacopo Mazzei che è stato presidente dal 21 novembre 2011 a oggi.

Maracchi, che dal 2009 è consigliere e Vicepresidente dell’Ente Cassa ed entra in carica domani, è stato il fondatore dell’Osservatorio dei Mestieri d’Arte (Oma), una istituzione, nata e voluta dall’Ente Cassa per far conoscere e valorizzare l’artigianato artistico, di cui è presidente. E’ stato il fondatore e già direttore dell’Istituto di Biometeorologia del CNR, fondatore e presidente del Centro di Studi per l’applicazione dell’Informatica in Agricoltura, fondatore e presidente del Laboratorio per la meteorologia e la modellistica ambientale della Regione Toscana – LAMMA, membro e delegato nazionale di numerose commissioni scientifiche e tecniche del “World Meteorological Organization”, del “Food and Agricultural Organization” e dell’Unione Europea. Delegato della Conferenza delle Regioni nel CdA del Consiglio Nazionale delle Ricerche, è stato componente del Consiglio di amministrazione dell’Università di Firenze, è Accademico emerito e vicepresidente dell’Accademia dei Georgofili, Accademico dell’Accademia delle Scienze, dell’Accademia di Agricoltura di Bologna, dell’Accademia dei Concordi di Rovigo.

Nel tempo ha svolto numerosissime attività di direzione e coordinamento di progetti nazionali e internazionali con particolare riferimento alle applicazioni della climatologia e della meteorologia per gli effetti sull’agricoltura, sui suoli e sulle attività industriali; ha svolto attività di consulenza scientifica in organismi europei; ha organizzato incontri internazionali e nazionali ed ha partecipato, in qualità di relatore, a riunioni e convegni in molte parti del mondo. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali fra i quali, ultimamente, il Premio Columbus. E’ stato relatore di conferenze nazionali e internazionali è autore di oltre 400 pubblicazioni scientifiche, tecniche e didattiche.