Il presidente Ente CR Firenze Umberto Tombari:‘’Il successo della ‘serra galleggiante’

Il progetto di ‘serra galleggiante’ si è piazzato al secondo posto

Il presidente Ente CR Firenze Umberto Tombari: ‘’Il successo della ‘serra galleggiante’ è un grande riconoscimento alla ricerca fiorentina; prosegue il nostro impegno in questo settore’’ 

Determinante il contributo dell’Ente Cassa al progetto

’Il successo ottenuto dalla ‘serra galleggiante’ è veramente un riconoscimento di grande importanza – ha dichiarato il presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze Umberto Tombari – che dimostra come la ricerca scientifica toscana e fiorentina siano in grado di esprimere eccellenze a livello internazionale’’. Lo ha dichiarato il presidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze Umberto Tombari dopo avere appreso che il prototipo JellyFish Barge si è piazzato al secondo posto fra i cinque finalisti a livello mondiale del premio delle Nazioni Unite ‘Unece Ideas for Change Award’. E’ stato progettato dall’equipe del professor Stefano Mancuso, direttore del Laboratorio di Neurobiologia Vegetale dell’Università di Firenze, ed è stato realizzato dall’università di Firenze col finanziamento della Regione Toscana e il determinante contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

‘’E’ anche la conferma – ha proseguito Tombari – di come l’Ente Cassa sia sempre attenta ad individuare e supportare idee e progetti estremamente creativi che possono produrre una vera innovazione oltre a contribuire ad accrescere il benessere della collettività. Intendiamo proseguire il nostro impegno in questo settore che è tra quelli strategici per il nostro futuro’’. Il prototipo di serra galleggiante a bassissimo impatto ambientale è dotata di autonomia, per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico, grazie ad un innovativo processo di dissalazione dell’acqua marina basato sul principio della dissalazione solare. Imita, cioè, il processo traspirativo delle piante ed è in grado di produrre acqua dolce da acqua salata, salmastra o inquinata, solo sfruttando l’energia del sole. Nell’idea dei progettisti, la serra potrà dare risposta ai problemi di alimentazione del pianeta, aggravati dalla scarsità di acqua e di terreni disponibili per l’agricoltura, problemi destinati a crescere coi cambiamenti climatici. La JellyFish Barge è stata selezionata dalla Commissione Economica delle Nazioni Unite per l’Europa (UNECE) su circa 150 proposte giunte da 25 Paesi. L’obiettivo del premio è evidenziare come nuovi talenti imprenditoriali nell’innovazione possono contribuire ad affrontare le attuali sfide economiche e sociali, attraverso idee di business vincenti. Il progetto è nato come spin off all’interno di quel vivaio di idee che è l’Incubatore Universitario Fiorentino. Qui il gruppo di ricerca di Mancuso ha costituito la start up innovativa Pnat e, grazie al finanziamento dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, ha realizzato questo prototipo che costituisce uno dei progetti di punta della Regione Toscana per Expo 2015.