Fondazione per il Clima e la Sostenibilità – Firenze

Descrizione del Progetto

L’Ente Cassa di Risparmio di Firenze sostiene, dal 2004, l’ attività svolta dalla Fondazione per il Clima e la Sostenibilità nell’ottica di contribuire ad un migliore ambiente di vita e ad uno sviluppo ecosostenibile delle industrie impegnate nel campo agroalimentare. Essa si occupa di individuare strumenti e conoscenze per migliorare l’ambiente e, allo stesso tempo, valuta le esigenze delle imprese, le risorse e le potenzialità dell’intero territorio, i suoi limiti produttivi. Ha anche l’ obiettivo di proporre strategie innovative applicabili.

E’ in atto un progetto incentrato sull’individuazione degli strumenti  riguardanti la qualità ambientale, le risorse e le potenzialità dell’intero territorio toscano con lo scopo di diffondere conoscenze nel settore. Le principali azioni previste sono  il trasferimento, l’innovazione, la formazione, la comunicazione e la presenza attiva sul campo di imprenditori, organizzazioni, consumatori, amministratori pubblici.

Tra gli obiettivi prioritari ci sono: la produzione del vino della casa con i carati dei boschi  di casa, la gestione agronomica sostenibile del Parco Agricolo della Piana e la riorganizzazione della filiera della lana toscana. L’intento comune è promuovere e sviluppare un’ economia locale e favorire nuove opportunità di occupazione.

Il progetto è orientato verso tre settori che si occupano del concetto di sostenibilità ambientale e sociale in differenti ambiti.

Nel settore agricolo i cittadini apportano il loro contributo sul campo favorendo così benefici per la valorizzazione del territorio. Tramite appositi sistemi di misurazione vengono valutati i consumi energetici, idrici e le emissioni di CO2. Sono inoltre attivati corsi di formazione e seminari formativi per prsonale capace di operare nel settore.

Nel settore tessile l’attenzione è rivolta  alla valorizzazione delle produzioni della lana, attualmente non adeguatamente sviluppata, mediante la riorganizzazione della filiera del tessile ovino e la formazione di tosatori capaci di operare sul territorio.

Nel settore forestale l’attività ha lo scopo di favorire e verificare in alternativa all’uso di materiali di importazione, l’ impiego di vasi vinari realizzati con il legno di castagno dei boschi del Chianti. Anche in questo settore saranno attivati corsi di formazione.

L’impegno economico dell’Ente Cassa è stati fino ad oggi intorno ai 2 milioni di euro.

Protezione e Qualità ambientale

Torna su