Laboratorio Internazionale

di Neurobiologia vegetale

Descrizione del Progetto

Grazie alla fondazione del primo Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV) con sede al Polo Scientifico di Sesto Fiorentino, finanziato dall’Ente Cassa, è stato possibile provare come nelle cellule vegetali della radice sia presente un complesso network di segnali elettrici che segue schemi del tutto simili a quelli delle reti neurali animali e che, in parte, si basa sugli stessi “ingranaggi” metabolici. Lo provano, ad esempio, la presenza e funzione delle sinaptotagmine (proteine, come si può facilmente dedurre dal nome, tipicamente sinaptiche) nelle cellule della radice delle piante.

I segnali elettrici nell’apice vegetale e la funzione delle sinaptotagmine nelle piante sono due fra le più recenti scoperete del LINV che si sono meritate la pubblicazione su due giornali molto importanti: PNAS e Plant Cell. Come sempre accade, gli interrogativi aperti da queste nuove scoperte sono molti e tutti di fondamentale importanza per la comprensione delle piante. Fra questi, anche per le importanti implicazioni negli studi di neurobiologia umana, riveste particolare importanza la comprensione della funzione dei neurotrasmettitori nelle piante.

Gli organismi vegetali producono numerose molecole con funzioni di neurotrasmettitori nel sistema nervoso degli animali: fra queste acetilcolina, dopamina, adrenalina, serotonina, melatonina, acido glutammico, GABA, ecc. Negli ultimi anni, grazie alla nascita della neurobiologia vegetale e al conseguente aumento del numero di ricercatori operanti nel settore, l’interesse per questi composti e per la loro funzione in fisiologia vegetale è notevolmente aumentato. Il problema principale da risolvere è comprendere se questi composti abbiano un ruolo puramente metabolico o siano implicati anche in una trasmissione del segnale simile a quella che avviene nelle sinapsi animali.

Torna al settore “Ricerca scientifica e Innovazione tecnologica”

Progetti simili

Torna su