Progetto Villa Lorenzi

Associazione

Descrizione del Progetto

Il Progetto Villa Lorenzi è nato 20 anni fa per accogliere adolescenti e giovani a rischio di devianza, minori e adulti con problemi di droga, giovani in difficoltà per alcool o disturbi dell’alimentazione. Vi si rivolgono genitori che hanno difficoltà nelle relazioni con i figli adolescenti e giovani (18-30 anni) che hanno problemi nell’aggregazione e nella comunicazione. Vi giungono attraverso i servizi pubblici territoriali o si presentano autonomamente.

A tutti viene offerta inizialmente una serie di colloqui di contatto e da questi si avvia la condivisione di un percorso socio-terapeutico. Il progetto ha così strutturato una esperienza che consente di dare risposte concrete alle difficoltà che la complessità della vita di oggi produce, al senso di fragilità che alberga sempre più negli animi dei ragazzi, alla solitudine dei genitori cui spesso è difficile anche comporre una richiesta di aiuto. La struttura è dotata di un Centro Diurno per Minori a Rischio dove viene svolta un’attività di prevenzione vera e propria, che interviene su minori dai 6 ai 18 anni che già manifestano disagi a livello familiare, scolastico e/o di socializzazione.

Il Centro, aperto dalla mattina alla sera, si propone di offrire un valido ambiente di riferimento, a fianco della famiglia, al fine di superare l’adolescenza nella maniera meno traumatica possibile. Le attività sono divise per fasce d’età che corrispondono alle scuole medie inferiori e alle medie superiori. A Villa Lorenzi è organizzato anche un Programma Serale a cui è possibile accedere dopo la prima fase semiresidenziale e che si rivolge essenzialmente a tossicodipendenti che hanno ritrovato o mantenuto un lavoro o uno studio stabile e che si dimostrano in grado di non ricadere immediatamente nell’uso di droga dopo la detossicazione medica o spontanea.

Un aiuto ai consumatori di cocaina e ai poliassuntori in genere, che hanno la caratteristica di non riconoscersi tossicodipendenti è offerto dal Gruppo Ande che è un “contenitore” dentro il quale la persona si sente protetta pur mantenendo uno spazio di azione autonomo all’esterno. “Giovani per il futuro” è invece il progetto rivolto a giovani consumatori di droghe cosiddette “nuove” (ecstasy, cannabinoidi, alcool, lsd). Il centro è aperto dal lunedì al venerdì e vi si svolgono attività di doposcuola, culturali e di gruppo. Infine i Gruppi Giovani sono rivolti a coloro che cercano momenti di aggregazione e di incontro. Si riuniscono a cadenza settimanale e accolgono parenti di ragazzi inseriti nel programma serale che vivono disagi simili a livello familiare ed altri che, per solitudine o mancanza di senso della propria esistenza, si stavano avvicinando a droghe di tipo cosiddetto leggero.

Torna al settore “Beneficenza e Filantropia”

Progetti simili

Torna su