L’Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte ad Artigianato&Palazzo

Maestri nel verde

Laboratori, incontri per famiglie, concorso Blog Contest

Il ventesimo anniversario di Artigianato&Palazzo diventa l’occasione per soffiare sulle prime dieci candeline dell’Osservatorio dei Mestieri d’Arte (OmA) al Giardino Corsini di Firenze. Un traguardo da festeggiare visitando dal 15 al 18 maggio lo spazio che l’Osservatorio ha allestito nell’Orto delle Monache. E’ qui che otto eccellenti artigiani selezionati da alcune Fondazioni Bancarie che aderiscono all’Associazione (Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia e Fondazione Livorno) metteranno in scena il proprio saper fare. Dall’artista artigiana del vetro Caterina Zucchi di Livorno, pronta a dare vita ai suoi gioielli trasparenti, ai mobili e arredi su misura della ditta lucchese Buonaccorsi Ebanisti e dal Centro di Conservazione, Progettazione e Restauro Carte Antiche di Volterra, dove scoprire le segrete tecniche di ricucitura e rilegatura del libro alla decoratrice Antonella Biondi di La Spezia intenta nel decorare a mano le sue porcellane. E poi le pietre incastonate in gioielli -opera dell’orafo spezzino Matteo Petta, le sculture in ferro di Filippo Quochi della ditta livornese Fabbro Ferraio, quelle in alabastro di Daniele Boldrini di Volterra o le decorazioni e intarsi di Dario Bigonzi di Pasol Studio di Pietrasanta.La manifestazione è stata presentata stamani alla stampa da Maria Pilar Lebole, direttrice dell’associazione Osservatorio dei mestieri d’Arte.

Un modo per apprendere e conoscere da vicino i segreti dei mestieri d’arte che OmA fedele alla sua missione rende fruibili anche grazie ad attività di laboratorio per grandi e piccini. Un successo ormai collaudato sono infatti gli appuntamenti con “Artigiani in famiglia” ideati in collaborazione con il Museo Horne. Quest’anno i bambini dai 5 anni in su (prenotazione obbligatoria al numero 055 5384964-965) sono chiamati a cimentarsi nel week end, sabato 17 maggio e domenica 18 maggio (ore 11.00-12.30 e 15.00-16.30) in attività di intarsio ed incisione per decorare su legno. Né saranno delusi i grandi. Per loro infatti OmA grazie all’Atelier degli Artigianelli presenta un ciclo di laboratori pratici. Nelle giornate di giovedì 15 e venerdì 16 maggio (10.30-11.10, 12.00-12.40 e 14.30-15.10 e 16.00-16.40) saranno le due giovani esperte artigiane artiste della carta e della cartapesta, Camilla Peltenburg-Brechneff ed Elena Bianchini, a insegnare tecniche di cartonaggio e papier mâché guidando ad eseguire la realizzazione di una scatola rivestita in carta decorata a mano progettata per contenere una spilla gioiello che ognuno è chiamato a decorare secondo il proprio estro.

Il ventennale di Artigianato e Palazzo torna poi ad essere l’occasione per assegnare (venerdì 16 maggio ore 17.00) il premio al vincitore del Blog Contest OmA Ventiquaranta, il concorso indetto da OmA per sostenere il progetto imprenditoriale di una giovane ditta artigiana che quest’anno è alla sua seconda edizione. Tra gli appuntamenti collaudati la presenza delle studentesse del corso di Storia del Costume e della Moda dello Smith College di Firenze. Preparate ad hoc grazie al progetto Let’s Work Artisans! Le ragazze (giovedì e venerdì ore 11.00 e ore 15.00) si trasformano in guide esperte tra gli stand del Giardino Corsini. Ospite d’onore dello spazio OmA (sabato 17 ore 18.00) sarà quindi La Scuola di Arte Sacra di Firenze (Sacred art School)  con cui da oltre un anno è stata avviata una collaborazione che ha portato a sostenere il percorso di tirocinio di cinque studenti neo diplomati. Studenti che per tutta la durata di Artigianato e Palazzo avranno l’opportunità di farsi conoscere al grande pubblico mentre si cimentano negli angoli più suggestivi del Giardino Corsini in sessioni di pittura dal vivo.

Spazio infine (domenica 18 ore 11.00) all’approfondimento sul vetro “Il vetro e il cristallo: incanti di luce” a cura di Paola Locchi dell’omonima moleria fiorentina e della storica dell’arte Silvia Ciappi che illustrerà ai visitatori di A&P un excursus sulla storia del vetro dai Medici ai Savoia a Firenze.