In mare, a bordo di Nave Italia, per convivere col diabete in serenità

Dalle Fondazioni di origine bancaria della Toscana rinnovato sostegno al progetto ‘Campo scuola 2014’ realizzato dall’Ospedale Pediatrico Meyer

Incontro, in sede Ente CrFirenze, della Consulta Regionale Fondazioni Toscane, della Fondazione Tender To Nave Italia ONLUS e della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Anna Meyer ONLUS

Rinnovato sostegno delle Fondazioni di origine bancaria della Toscana al progetto ‘Campo scuola 2014’ realizzato dalla Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze insieme al Centro di Riferimento Regionale di Diabetologia Pediatrica del Meyer e in collaborazione con la Fondazione Tender To Nave Italia Onlus. La Consulta delle Fondazioni di origine bancaria ha infatti preso in esame la prossima edizione, la quarta, che si terrà in estate e che vedrà protagonisti, a bordo di Nave Italia, un gruppo di ragazzi tra i 12 e i 16 anni con diabete mellito tipo I.

Ne hanno parlato, ospiti dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, il presidente dell’ Ente Cassa di Risparmio di Firenze Giampiero Maracchi, il Presidente della Consulta Regionale delle Fondazioni Toscane e della Fondazione Livorno Luciano Barsotti, il Direttore Generale di Fondazione Tender to Nave Italia Giovanni Mareng, il Direttore scientifico Tender to Nave Italia Paolo Cornaglia Ferrari, Alessandro Benedetti della Fondazione Anna Meyer, Monica Guasti dell’Ospedale Pediatrico Anna Meyer.

Il progetto, sostenuto dalla Consulta fin dalla sua nascita nel 2010, è parte integrante del programma di educazione all’autogestione della malattia, che prevede nozioni teoriche, addestramento pratico e supporto psicologico. L’esperienza Nave Italia ha mirato proprio a promuovere e accompagnare un processo di progressiva autonomia e presa di responsabilità da parte dei giovani verso il proprio diabete sia dal punto di vista pratico, sia come capacità decisionale verso le opportune scelte terapeutiche e nutrizionali.

La corsa edizione, partita da La Spezia il 4 giugno, ha visto i ragazzi impegnati in quattro giorni di navigazione, accompagnati da uno staff medico composto da due pediatri, una dietista, una psicologa e un infermiere. A bordo di Nave Italia, hanno così imparato a gestire in totale indipendenza l’utilizzo dell’insulina in rapporto alla dieta e all’attività muscolare, condividendo la malattia con il gruppo e accrescendo la propria autostima.

‘’Il Campo scuola è davvero una esperienza straordinaria – ha dichiarato il Presidente della Consulta Regionale delle Fondazioni Toscane Luciano Barsotti – perché riesce a trasformare un momento educativo di grande impatto, in una preziosa occasione di riabilitazione che si rivela utilissima per la vita di questi giovani’’.

FONDAZIONE DELL’OSPEDALE PEDIATRICO ANNA MEYER ONLUS

Il Meyer è un Ospedale Pediatrico. E proprio perché si dedica alla cura e al benessere dei bambini, è un ospedale davvero speciale. Il Meyer organizza e concepisce tutta la sua attività in funzione delle esigenze dei bambini e dei loro genitori. Così all’alta specializzazione medica e chirurgica, affianca una serie di servizi e progetti di accoglienza che permettono ai bambini di non rinunciare alla loro dimensione di gioco e di fantasia. Progetti che sono possibili grazie al supporto della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer ONLUS. Costituita nel luglio del 2000 e riconosciuta come persona giuridica dalla Regione Toscana, è una organizzazione senza scopo di lucro. Nasce come strumento operativo sinergico dell’Ospedale Pediatrico per tutte le attività che migliorano l’assistenza e l’accoglienza dei bambini in ospedale e qualificano il Meyer sotto il profilo tecnico-scientifico.

Dopo aver sostenuto la realizzazione del nuovo complesso ospedaliero di Villa Ognissanti, la Fondazione Meyer svolge attività di raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica, mantenere ai massimi livelli il livello tecnologico delle attrezzature medicali e scientifiche, rendere più confortevole l’ ambiente ospedaliero, realizzare progetti di animazione e accoglienza per i bambini e sostenere l’attività di accoglienza delle famiglie. La Fondazione Meyer uniforma tutta la sua attività al principio di efficacia, efficienza e trasparenza. Valori che si declinano con l’impegno nel pieno rispetto dei principi etici e di efficienza e nella pubblica e trasparente attività di rendicontazione.

DIABETOLOGIA PEDIATRICA – AOU MEYER

Centro di Riferimento Regionale di Diabetologia Pediatrica dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, diretta dalla dott.ssa Sonia Toni, svolge la diagnosi, il trattamento e il follow-up dei pazienti affetti da diabete insulino mediante sessioni di ambulatorio e di ricovero diurno. Suo obiettivo è quello di garantire la diagnosi e la cura del diabete mellito dei minori e delle loro famiglie. Da oltre venti anni organizza campi scuola, trasferendo le competenze multidisciplinari del team al di fuori dell’ospedale e Fondazione Anna Meyer Onlus – Fondazione Tender To Nave Italia Onlus – Firenze, 18 ottobre permettendo così ai soggetti con diabete, di acquisire, verificare ed approfondire le competenze diabetologiche necessarie alla gestione della terapia nel quotidiano. La continua richiesta di responsabilizzazione che viene fatta nel corso delle visite in Ospedale può portare nei giovani più psicologicamente fragili ad un aumento dei comportamenti anarchici, al contrario l’esempio e la contestualizzazione delle regole in un ambiente favorevole come quello di Nave Italia può avere ricadute positive da esportare nella vita di tutti i giorni.

FONDAZIONE TENDER TO NAVE ITALIA ONLUS

La Fondazione Tender To Nave ITALIA Onlus è stata costituita il 10 gennaio 2007 dalla Marina Militare e dallo Yacht Club Italiano. La Fondazione nasce per promuovere la cultura del mare e della navigazione come strumenti di educazione, formazione, riabilitazione, inclusione sociale e terapia. I beneficiari sono associazioni non profit, scuole, ospedali, servizi sociali, aziende pubbliche o private che promuovano azioni inclusive verso i propri assistiti e le loro famiglie. La Fondazione Tender To Nave Italia ONLUS crede che gli esclusi e gli emarginati, i bambini, gli adolescenti e gli adulti resi fragili da disagio o disabilità, non siano solo “oggetti di tutela”, ma “soggetti” capaci di risposte attive, espressione di energie inattese e di nuove consapevolezze sul proprio valore di persone. Il mare, la navigazione e la vela rappresentano un contesto talmente bello ed emozionante da mettere in grado chiunque a dare il meglio di sé prima di tutto a se stesso e a chi, fragile come lui, diventa equipaggio. Per questo la Fondazione Tender To Nave Italia Onlus mette a disposizione un grande veliero armato a brigantino, Nave Italia, condotto da un equipaggio della Marina Militare e affiancato da una squadra di educatori professionisti. Con i suoi 61 metri di lunghezza e 1300 mq di superficie velica, Nave Italia ogni anno solca i mari permettendo ad enti non profit, scuole, ospedali e Onlus di realizzare un proprio progetto.