A PISTOIA LA SETTIMA TAPPA DEL MANIFESTO “FIDUCIA E NUOVE RISORSE PER LA CRESCITA DEL TERZO SETTORE”

Pistoia, 21 ottobre 2014 Si è tenuta oggi a Pistoia, presso il Palazzo dei Vescovi, la settima tappa del roadshow che sta portando su tutto il territorio nazionale il manifesto “Fiducia e nuove risorse per la crescita del Terzo Settore”.

Presentato e firmato a Roma lo scorso 4 dicembre da Acri – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa, Assifero, Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariparo, Fondazione con il Sud, Forum del Terzo Settore, Alleanza Cooperative Italiane e Banca Prossima (la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al non profit laico e religioso), il “Manifesto” è un documento condiviso che afferma la comunione di intenti tra gli stakeholder del non profit: finanza erogativa, reti della cooperazione, volontariato, credito.

Il roadshow si concluderà a Roma il 15 dicembre 2014, a un anno dalla firma e alla presenza del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Saranno allora disponibili tutte le indicazioni emerse dagli incontri territoriali nelle varie regioni italiane. Indicazioni che verranno tradotte in “numeri” e proposte concrete da portare sul tavolo delle Istituzioni, per fare sì che la crescita del Terzo Settore passi attraverso una sua rivalutazione reale, in virtù del posto di rilievo che già occupa nel panorama produttivo e sociale del Paese.

La tappa di Pistoia ha costituito il settimo incontro tra i firmatari del Manifesto, il mondo non profit e le amministrazioni locali. All’incontro, moderato dal ricercatore Euricse Flaviano Zandonai, uno dei maggiori esperti di economia sociale in Italia, sono intervenuti, fra gli altri, Ivano Paci, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, e Pierluigi Rossi Ferrini, Vice Presidente Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Obiettivo dichiarato, fare incontrare le diverse componenti del territorio e individuare le opportunità del Terzo Settore che, oggi più che mai, è chiamato ad aprire un nuovo ciclo, perseguendo obiettivi di efficienza e di economicità nella gestione delle proprie iniziative, di innovazione di prodotto e di rigenerazione di beni immobili e spazi pubblici da dedicare a iniziative comunitarie.

Secondo l’ultimo censimento Istat (dati al 31 dicembre 2011) a livello nazionale le istituzioni non profit attive in Italia sono 301.192 e sono cresciute in dieci anni del 28%, con un aumento degli addetti pari al 39,4%; vi operano quasi 5 milioni di volontari e un milione tra lavoratori e soci.

Nella regione Toscana, secondo gli stessi dati Istat, risultano attive 23.899 organizzazioni non profit, pari al 7,9% del totale nazionale, con un incremento del 30,3% rispetto al 2001, anno dell’ultima rilevazione censuaria. Il Terzo settore impiega a livello regionale 491.302 risorse umane, di cui circa 40mila addetti, oltre 18mila lavoratori esterni, 371 lavoratori temporanei e 432.185 volontari. La provincia di Pistoia conta 1.720 unità non profit, nelle quali lavorano 3.092 addetti e operano circa 29.800 volontari.

“Dopo le tappe di Salerno, Torino, Reggio Emilia, Catania, Lecce e Padova – ha dichiarato Marco Morganti, amministratore delegato di Banca Prossima – il Manifesto “Fiducia e nuove risorse per la crescita del Terzo Settore” si trasferisce in Toscana, regione importante per il Terzo settore in Italia, e continua il suo cammino attraverso il Paese. Per Banca Prossima il Manifesto è un’iniziativa  fondamentale per confrontarsi su tutto il territorio nazionale. E’ stato detto al massimo livello istituzionale che il Terzo Settore deve diventare “primo”; sta a noi riempire di fatti questa giusta affermazione. Alla fine del nostro roadshow disporremo di proposte significative e condivise da presentare al Governo e alle Istituzioni”.