Scuola Brindisi: a ‘Firenze Festival’ un grande ‘ciao Melissa’ da 1.000 studenti toscani

firenze_festival_2012Commozione e un lungo applauso dai ragazzi riuniti stamani al Teatro della Pergola. Sarà realizzato un dvd che sarà inviato alle istituzioni e alla scuola Morvillo-Falcone.
Tanta commozione e un lungo applauso a Melissa, la bambina uccisa dall’attentato alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi, dai 1.000 studenti, docenti e genitori provenienti dalle scuole di tutta la Toscana che si sono riuniti, stamani al Teatro della Pergola, per la giornata conclusiva della 12/a edizione di ‘Firenze Festival’, la rassegna cinematografica promossa dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

La tragedia avvenuta in Puglia ha, in parte, modificato il programma della giornata e ciascuna delle 12 scuole partecipanti ha scritto un messaggio di solidarietà che è stato letto in sala dagli attori Bruno Stori e Manuelita Baylon, accompagnati al piano dal maestro Davide Masarati, che è anche l’autore delle colonne sonore dei film. Su questo particolare momento sarà realizzato un dvd che sarà inviato alle istituzioni del territorio e alla scuola Morvillo-Falcone.

Nel corso della manifestazione hanno portato il loro saluto il Direttore Generale dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze Renato Gordini, l’assessore comunale all’educazione Rosa Maria Di Giorgi, il Segretario generale della Fondazione Parchi monumentali Bardini e Peyron Marcella Antonini, la responsabile del settore spettacolo dell’area cultura della Regione Toscana Ilaria Fabbri, il Presidente di Unicef Toscana Alessandra Buyet, il direttore degli uffici di Firenze delle Poste italiane Luigi Baldini.

L’attore Bruno Stori, oltre a presentare i film, è stato protagonista di una performance teatrale dedicata ai giovani tratta dal progetto ‘Politoi’ di Letizia Quintavalla e Bruno Stori prodotto dal Teatro delle Briciole di Parma. Il Piccolo Coro Melograno ha infine eseguito motivi celebri della tradizione toscana.

‘Firenze Festival’ gode del Patrocinio di Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione Sistema Toscana, Comitato italiano per l’Unicef, Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Agiscuola. Per l’occasione Poste Italiane ha emesso un annullo filatelico dedicato alla rassegna.

FIRENZE FESTIVAL – I MESSAGGI DI SOLIDARIETA‘

Sintesi dei messaggi letti stamani al Teatro della Pergola

 

Io non capisco perché hanno messo una bomba nella scuola ! La scuola è un posto dove i genitori devono essere sicuri a mandare i propri figli,un posto dove non si deve nemmeno parlare della morte perché quando entri nel cancello, la morte non esiste più. Io a scuola mi sento sicura e serena. Poi ammazzare ragazzi che ancora hanno tutta la vita davanti vuol dire che la persona che ha fatto questo non ha sentimenti umani.

Quando abbiamo visto il telegiornale e i genitori ci hanno spiegato che cosa è successo nella Scuola di Brindisi, la “Rondine dell’anima” che sta in ognuno di noi ha aperto il cassettino della RABBIA … della SORPRESA … e del DOLORE … A qualcuno di noi è montata una cosa alla gola come di pianto. Ora siamo tristi e siamo rimasti senza parole. Melissa aveva gli anni della sorella di Lorenzo e tre anni di più di quella di Riccardo. Allora … poteva essere la sorella di tutti ! E poi … perchè a scuola? La scuola è un luogo sicuro dove si imparano tante cose, dove si cresce e si sta bene, molto bene! Melissa doveva morire proprio lì? Ora la Rondine è là che ripulisce il cassetto della rabbia, ma non l’ha ancora richiuso. Noi vogliamo aprire quello della solidarietà.

Vedere quella ragazza un istante prima con le sue amiche e poi in meno di niente vedere il vuoto più profondo, l’assenza, la disperazione che ha avvolto non solo chi la conosceva.

Penso che il Sindaco abbia fatto bene ad aprire le scuole di domenica perchè noi non dobbiamo avere paura e dobbiamo continuare ad andare a scuola per noi e soprattutto per lei, che non avrà più l’opportunità di ridere, scherzare, vincere, perdere, sbagliare, sorridere.

Povera ragazza, non aveva fatto niente di male. E’ una cosa che non riesco a sopportare!

Povera Melissa e poveri tutti noi ! Melissa non potrà più ridere, scherzare, abbracciare la sua mamma e il suo papà, essere felice con i suoi amici.

Io sono una bambina, posso solo immaginare come i genitori di Melissa piangevano ed erano storditi da tanto dolore. Ma io mi domando: perchè lo ha fatto? Cosa gli hanno fatto dei poveri scolari innocenti e una normale scuola come tutte le altre? Di scuole così ce ne sono tante … Perchè proprio quella? Io non lo capisco e sinceramente è un mistero per tutti noi.

Vorremmo ricordare Melissa con un sorriso: era una ragazza solare ed allegra.
Tuttavia non riusciamo a contenere la rabbia, perché era innocente, perché non si può morire a scuola, in un giorno qualunque, senza un motivo, non si possono spezzare brutalmente i sogni di una persona nel pieno della sua vita, strappandola all’affetto dei suoi genitori e dei suoi cari. Non si può andare a scuola una mattina come tante, pensando alle cose di tutti i giorni, un compito in classe, un’interrogazione, gli amici e perdere tutto in un attimo. Non sappiamo cosa volevano colpire, attraverso i ragazzi di quella scuola, i responsabili, ma vogliamo dire loro: “Non l’avete uccisa, le sue idee camminano sulle nostre gambe!”. Nessuno potrà mai uccidere le nostre idee, il nostro desiderio di giustizia, di pace, di solidarietà, nessuno potrà mai impedire a noi giovani di costruire il futuro con i nostri ideali. Non potrete fermare la forza della cultura che la scuola ci dà e che ci rende liberi e potenti. Le idee sono il più invincibile esercito di cui uno Stato possa disporre, sono le nostre armi non violente e indistruttibili. Addio, dolce angelo, sii felice lassù, nella tua nuova casa…

Queste le scuole che hanno inviato il loro messaggio

SCUOLA PRIMARIA DON MILANI (PALAIA – PI)

SCUOLA PRIMARIA P. VANNUCCI (SUVERETO – LI)

SCUOLA PRIMARIA A. TOMMASI (ALBERESE – GR)

SCUOLA PRIMARIA KASSEL – FIRENZE

SCUOLA PRIMARIA AMBROSOLI – FIRENZE

SCUOLA PRIMARIA RODARI – FIRENZE

SCUOLA PRIMARIA MAMELI – FIRENZE

SCUOLA SECONDARIA I GRADO UNGARETTI (ALTOPASCIO – LU)

SCUOLA SECONDARIA I GRADO MARTIRI DI CIVITELLA (BADIA AL PINO – AR)

SCUOLA SECONDARIA I GRADO DON MILANI (VIAREGGIO – LU)

SCUOLA PRIMARIA DON MILANI (SAN GIOVANNI V.NO – AR)

SCUOLA PRIMARIA DI BAGNONE (MS)

Filmato realizzato da Mauro Pocci

 

 

FIRENZE FESTIVAL – I FILM FINALISTI

Titolo: “FACCIAMO FINTA CHE…”

Scuola Primaria “Don Lorenzo Milani “- Palaia (PI)
Classi III e IV

I bambini durante l’ora di ricreazione decidono di giocare al più antico dei giochi …… e cioè a “facciamo finta che…”. Si rendono conto che diventano davvero il personaggio che hanno scelto. E allora si immaginano di essere altri bambini. Bambini che non hanno una casa, che hanno fame e che non parlano la nostra lingua e di fronte all’indifferenza degli adulti i bambini daranno un suggerimento per costruire un mondo migliore.

 

Titolo “LA PROVA”

Scuola Secondaria di I grado “Martiri di Civitella” -Badia al Pino (AR)
Classi I C e III A

Il film tratta di un episodio di bullismo. Un “bravo ragazzo” che ha un buon rapporto con la madre, per conquistare una coetanea deve entrare a far parte di una banda di bulli di paese. Sarà accettato dal capobanda solo se riuscirà a superare una prova molto pericolosa: attraversare l’autostrada. Il giorno della prova, per la prima volta, racconta una bugia alla madre che comunque, grazie alla propria sensibilità, è molto preoccupata. La prova coinciderà con un tragico episodio realmente accaduto che cambierà profondamente gli animi dei ragazzi.

 

Titolo “TERRA DI MIGRANTI”

Scuola Primaria “A. Tommasi” – Alberese (GR)
Classi I – II – III – IV – V

I bambini di Alberese aiutati dalle guardie del Parco della Maremma costruiscono nidi di legno per accogliere gli uccelli migratori che dall’Africa si spostano verso il più mite clima della Maremma Toscana. Questi uccelli migratori hanno una loro bussola interna che li guida per esaudire il loro desiderio di raggiungere un luogo migliore e al loro arrivo, dopo un lungo difficile viaggio, trovano i nidi. Un’accoglienza insperata. Anche l’uomo tavolta intraprende lunghi viaggi per raggiungere mete di speranza ma senza strumenti può perdersi in mare. Un gruppo di migranti è alla deriva. Tra loro ci sono dei bambini. Hanno perso ogni speranza quando improvvisamente una bimba nota gli uccelli migratori e grida di seguirli. Finalmente sbarcano a terra e la loro disperazione si trasforma in una gioia perchè anche loro trovano un’accoglienza insperata.

 

Titolo “CASTELLI DI SABBIA”

Scuola Primaria “P. Vannucci” – Suvereto (LI)
Classe III

Una festa di colori, secchielli, palette, bambini che arrivano sulla spiaggia per costruire il loro castello di sabbia in una bella giornata di sole. Semplici castelli a forma di secchiello. Un uomo di colore guarda i bambini con aria malinconica. La sua mente ricorda quando era piccolo e sulla spiaggia dell’Africa costruiva con grande bravura il suo castello. Improvvisamente un tuono e inizia a piovere. I bimbi scappano mentre la pioggia distrugge i loro castelli. L’uomo continua a guardare e un altro tuono si trasforma nel suo ricordo nel rumore di bombe lontane e di pale di elicottero che distruggono il suo castello di sabbia. Al cessare della pioggia, istintivamente l’uomo inizia ad ammucchiare la sabbia e i bambini, curiosi, lo raggiungono. E tra loro nascerà un’amicizia spontanea e „costruttiva“.

 

Titolo: “TOMMASACCIO”
Scuola Primaria “Don Lorenzo Milani” – San Giovanni Valdarno (FI)
Classi V A -V B

 

Un bambino ha un animo particolarmente sensibile e preferisce dipingere anzichè giocare al pallone come i coetanei che, per questa sua caratteristica, lo tengono in disparte e non lo coinvolgono nei loro giochi. Un giorno il bambino ha un incontro eccezionale: il Masaccio in carne ed ossa. Il grande Maestro lo accompagna, non visto dalle altre persone, nei luoghi più belli della cittadina che gli diede i Natali: San Giovanni Valdarno. Il Masaccio gli insegna,attraverso una magia, a guidare lo sguardo dei suoi compagni ad osservare le opere d’arte che li circondano. I compagni alla fine lo ringraziano e lo riaccettano tra di loro. E alla fine sarà il bambino che insegnerà qualcosa al Masaccio.

 

Titolo “STACCHIAMO LA SPINA”

Scuola Secondaria I grado “G. Ungaretti” – Altopascio (LU)
Classe III C

Per entrare a scuola i ragazzi sono costretti a passare attraverso uno strano portale presidiato da due custodi – gendarmi. Al passaggio il loro atteggiamento subisce una profonda trasformazione.

Si trasformano in automi, disciplinati e silenziosi mentre dalle aule, all’inizio della lezione, filtrano strani lampi di luce. Un giorno un ragazzo arriva a scuola in ritardo. Aspetta che i custodi se ne siano andati e riesce ad entrare senza passare dal portale. Aprendo la porta dell’aula rimane esterefatto. I compagni sono tutti seduti, con occhiali scuri e cuffie, intorno ad uno strano apparecchio che emette lampi di luce. Si trasforma in un giovane 007 per capire cosa sta succedendo. Ed è proprio ascoltando le voci che provengono dalla presidenza che si rende conto che quella scuola fantascientifica è semplicemente una “fabbrica” di forza lavoro già destinata a scopi ben precisi. Il giovane 007 si impegnerà, non senza correre pericolo, per cambiare le cose.

 

Titolo “CINEMATO …. MAGIA 2”

Scuola Primaria Kassel – Firenze
Classe IV B

Scuola Primaria Ambrosoli – Firenze
Classi IV A – V B

Scuola Primaria Rodari – Firenze
Classe V A

Scuola Primaria Mameli – Firenze
Classe IV B

 

Di notte, nel silenzio del cinema Odeon, riecheggiano le voci dei grandi classici del cinema. Queste voci una mattina lasciano spazio alle vocine dei bambini che stanno partecipando al corso “Girando s’impara – Scuola di Cinematografia“. Le voci si chiedono cosa succederà a questi bimbi, che hanno scoperto la magia del cinema, quando si immergeranno nei loro sogni. E la realtà supera di molto l’aspettativa.

 

FILM REALIZZATO IN PROPRIO DALLA SCUOLA

 

Titolo “UNA STORIA DA RISOLVERE PRESTO”

Scuola Primaria Bagnone
Classe III

Una classe di bambini un po‘ distratti approfitta della breve assenza della maestra per giocare. Un piccolo guaio costringe i bambini a elaborare una strategia per risolvere la situazione. Tutti uniti, con ingegno e un po‘ di coraggio cercano di portare a termine la missione prima del ritorno della maestra e senza che lei si accorga di quello che è successo.

 

FIRENZE FESTIVAL – I PREMI

Delfini d’Oro
Film: “Castelli di sabbia”
Classe III
Scuola Primaria “P. Vannucci” – Suvereto (Livorno)
MOTIVAZIONE: per aver saputo, attraverso un elemento che rappresenta il sogno come il castello di sabbia, contrapporre storie di bambini lontani e trasmettere l’emozione di una perfetta integrazione.

Film: “Tommasaccio”
Classi V A – V B
Scuola Primaria “Don Lorenzo Milani – San Giovanni Valdarno (Arezzo)
MOTIVAZIONE: per aver saputo far riflettere, in modo originale e divertente e con l’aiuto di un illustre concittadino, su quanto arricchisce l’animo osservare il bello che ci circonda.

Film: “La prova”
Classi I C – III A
Scuola Secondaria I grado “Martiri di Civitella”- Badia al Pino (Arezzo)
MOTIVAZIONE: per aver saputo trattare un tema attuale come il bullismo in modo originale ed efficace mettendolo ancora più in risalto attraverso l’interazione tra finzione e realtà.

 

Film: “Stacchiamo la spina”
Classe III C
Scuola Secondaria I grado “G. Ungaretti” – Altopascio (Lucca)
MOTIVAZIONE: per essere riusciti a far sentire la loro voce di studenti mettendoci in guardia sulle possibili trasformazioni negative di un’istituzione fondamentale come la scuola.

Film: “ Scuola di Cinemato…magia 2”
Classi V B – IV A
Scuola Primaria “Ambrosoli ” – Firenze
MOTIVAZIONE: per essere riusciti, attraverso un’accurata ricostruzione scenica di uno dei capolavori della storia del cinema, a coinvolgere lo spettatore nella fantastica magia della settima arte.

 

Film: “Scuola di Cinemato…magia 2”
Classe V
Scuola Primaria “Rodari”- Firenze
MOTIVAZIONE: per essere riusciti, attraverso un’accurata ricostruzione scenica di uno dei capolavori della storia del cinema, a coinvolgere lo spettatore nella fantastica magia della settima arte.

 

Film: “Scuola di Cinemato…magia 2”
Classe IV B
Scuola Primaria “Kassel – Firenze
MOTIVAZIONE: per essere riusciti, attraverso un’accurata ricostruzione scenica di uno dei capolavori della storia del cinema, a coinvolgere lo spettatore nella fantastica magia della settima arte.

 

Film: “Scuola di Cinemato…magia 2”
Classe IV B
Scuola Primaria “Mameli” – Firenze
MOTIVAZIONE: per essere riusciti, attraverso un’accurata ricostruzione scenica di uno dei capolavori della storia del cinema, a coinvolgere lo spettatore nella fantastica magia della settima arte.

Film: “Terra di migranti”
Classi I – II – III – IV – V
Scuola Primaria « A. Tommasi – Alberese (Grosseto)
MOTIVAZIONE: per essere riusciti a trattare un tema importante come l’accoglienza nei confronti di chi migra da terre lontane, attraverso elementi legati alle caratteristiche naturali del proprio territorio.

 

Film: “Facciamo finta che ..
Classi III – IV
Scuola Primaria “Don Lorenzo Milani” – Palaia (Pisa)
MOTIVAZIONE: per essere riusciti a far riflettere su quanto sia indispensabile capire le difficoltà degli altri soprattutto se trattasi di bambini.

Film: “Un problema da risolvere… presto”
Classe II
Scuola Primaria di Bagnone (Carrara)
MOTIVAZIONE: per l’efficace costruzione narrativa che trasforma un semplice episodio scolastico in una simpatica storia.

TARGA D’ARGENTO
Film: “ 1,2,3 … SSSTOP!!
Classi II A – II B – II C
Scuola Secondaria I grado “Don Milani” – Viareggio (LU)
MOTIVAZIONE: per essere riusciti ad esprimersi, con efficacia, attraverso il linguaggio delle immagini e dei suoni

 

SONO STATI CONSEGNATI ANCHE I SEGUENTI RICONOSCIMENTI:

TARGA REGIONE TOSCANA
PREMIO SPECIALE “FILM SULLA LEGALITA’
SCUOLA SECONDARIA I GRADO “MARTIRI DI CIVITELLA” – BADIA AL PINO (AR) – CLASSI I C – III A – FILM ” LA PROVA”

RICONOSCIMENTO UNICEF
SCUOLA PRIMARIA “DON MILANI” – PALAIA (PI) – CLASSI III – IV – FILM ” FACCIAMO FINTA CHE…”

RICONOSCIMENTO DELLA FONDAZIONE PARCHI MONUMENTALI BARDINI PEYRON
SCUOLA PRIMARIA “A. TOMMASI” – ALBERESE (GR) – CLASSI I II III IV V – FILM ” TERRA DI MIGRANTI”

 

PREMIO GIURIA DEI BAMBINI
SCUOLA SECONDARIA I GRADO “MARTIRI DI CIVITELLA” – BADIA AL PINO (AR) – CLASSI I C – III A – FILM ” LA PROVA”

 

PREMIO GIURIA DEI RAGAZZI
SCUOLA PRIMARIA “P. VANNUCCI” – SUVERETO (LI) – CLASSE III – FILM “CASTELLI DI SABBIA”