Trasferimento tecnologico: nella sede di Sesto nasce il Centro di Competenza RISE

Trasferimento tecnologico: nella sede di Sesto nasce il Centro di Competenza RISE sette laboratori per potenziare la ricerca e l’innovazione finanziati da Regione ed Ente Cassa

 

Potenziare lo sviluppo della ricerca industriale e la capacità di trasferimento tecnologico dell’Università di Firenze insieme alla Fondazione Fiorgen e al Lens (Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non lineare). E’ la missione del neonato Centro di competenza RISE (Rete di Infrastrutture di ricerca industriale per l’incubazione e per servizi avanzati alle imprese innovative), inaugurato questo pomeriggio nella sede di Sesto Fiorentino. Due nuovi edifici, insieme al complesso dell’Incubatore Universitario, accoglieranno una task force di sette laboratori specializzati nei settori di scienze fisiche, chimiche, biologiche, di sperimentazione farmacologica, di ingegneria elettronica e informatica.

Nato nell’ambito del Centro servizi di Ateneo per la valorizzazione della ricerca e gestione dell’Incubatore universitario (CSAVRI) il progetto RISE è stato realizzato grazie ai Fondi FAS “infrastrutture per settori produttivi” della Regione Toscana e a contributi alle strutture dei laboratori su progetti finanziati dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Si tratta del quinto Centro di competenza dell’Università di Firenze, dopo Nemech (Dipartimento di Ingegneria di Informazione e Micc), Cerm TT (Cerm e Dipartimento di Chimica), Mdm Lab e Prodesign  (Dipartimento di Ingegneria Industriale).

“RISE offre l’opportunità di combinare le competenze dell’Incubatore Universitario Fiorentino e quelle scientifiche presenti nei laboratori per rispondere al bisogno di innovazione del sistema produttivo  – ha spiegato Marco Bellandi, prorettore al trasferimento tecnologico dell’Ateneo fiorentino -. Rispetto agli altri centri di competenza, prerogativa di RISE è l’interdisciplinarietà dei sotto progetti che coprono appunto settori e ambiti diversi”. I centri di competenza sono strutture pubblico private nate dall’impulso della Regione Toscana per colmare il divario tra domanda e offerta di servizi qualificati per l’innovazione delle imprese. “Per l’Università rappresentano uno strumento mirato per conferire ancora più incisività alla terza missione – prosegue Bellandi -. Nel 2014 il fatturato su ricerche commissionate da imprese ed altri enti realizzato dai dipartimenti dell’Università è stato pari a circa 12 milioni di euro; in futuro, grazie anche ai centri di competenza, il volume crescerà ulteriormente e si tradurrà in una maggiore competitività delle imprese del territorio”.

‘’L’Ente Cassa di Risparmio di Firenze – ha dichiarato il Vice Presidente Pierluigi Rossi Ferrini – è orgogliosa di avere contribuito alla realizzazione del centro di competenza RISE. I centri di ricerca fiorentini hanno infatti sempre rappresentato una priorità negli obiettivi dell’Ente Cassa perché siamo da sempre convinti dell’importanza del loro ruolo per la ricerca e, soprattutto, per lo sviluppo economico del territorio.  In questo ‘sistema’ di laboratori sono presenti delle realtà che sono nate grazie al sostegno della Fondazione e altre che hanno ricevuto importanti contributi. E’ un esempio riuscito di efficace lavoro di squadra con l’Ateneo e la Regione Toscana secondo una modalità operativa che auspichiamo di poter applicare anche per altre iniziative, sempre nell’ottica di creare opportunità e sviluppo delle potenzialità territoriali’’.

 Alla fine del mese di ottobre sarà inaugurato il sesto centro di competenza dell’Università di Firenze: si chiama Valore e fa capo al Dipartimento di Chimica.